Assegno di cura per anziani non autosufficienti

L’assegno di cura è un sostegno economico a favore delle famiglie che assistono nel proprio domicilio o nella sua abitazione di residenza, un anziano non autosufficiente.
La normativa regionale prevede che venga predisposta una graduatoria in base all’ISEE; tale graduatoria non dà immediato accesso al contributo ma alla presa in carico della situazione da parte dell’assistente sociale dell’Ambito/Comune ed alla sua successiva valutazione sociale circa la possibilità di accesso all’assegno.

Il contributo viene erogato a seguito di un piano assistenziale personalizzato, predisposto da parte dell’Assistente sociale, di concerto con la famiglia.
L’assegno di cura non costituisce vitalizio ed ha durata di 12 mesi.

Requisiti e modalità di presentazione delle domande:

La persona anziana assistita deve:
a) aver compiuto i 65 anni di età;
b) essere stata dichiarata non autosufficiente con certificazione di invalidità pari al 100% e usufruire di indennità di accompagnamento (vale la certificazione di invalidità anche per il caso di cecità);
c) essere residente nel Comune ed ivi domiciliata;
d) usufruire di adeguata assistenza presso il proprio domicilio o presso altro domicilio privato nelle modalità verificate dall’Assistente sociale dell’Ambito/Comune. Qualora l’intervento assistenziale sia svolto con l’aiuto di assistente familiare privata, la stessa deve essere in possesso di regolare contratto di lavoro.

Non sono accoglibili le domande di coloro che vivono in modo permanente in strutture residenziali (es. residenze protette, RSA).

Le domande dovranno essere obbligatoriamente corredate da:

1) copia della certificazione ISEE ordinario in corso di validità, ovvero la copia della DSU qualora l’ISEE non sia disponibile entro i termini di scadenza del bando;
2) copia della certificazione di invalidità civile e riconoscimento della indennità di accompagnamento;
3) copia della certificazione attestante la diagnosi di Alzheimer (per i soggetti affetti da Alzheimer);
4) copia del contratto di lavoro nel caso in cui l’assistenza all’anziano sia prestata attraverso un’assistente familiare privata.

Contenuto inserito il 29/06/2020 aggiornato al 04/04/2022

Informazioni

Nome della tabella
Unità organizzativa responsabile della fase istruttoria Servizi Sociali
Telefono: +39 0 733 575 21
Indirizzo: P.zza Umberto I, 17
E-mail: servizisociali@comune.appignano.mc.it
Orario: Lunedì, martedì, giovedì, venerdì e sabato dalle ore 10.00 alle ore 13.00; CHIUSURA: Mercoledì
Responsabile del procedimento Anna Gagliardini
Chi contattare Servizi Sociali
Soggetto competente all'adozione del provvedimento finale Annalisa Spoletini
Modalità per reperire informazioni per gli interessati Per avere informazioni contattare direttamente l'ufficio Servizi Sociali
Termine procedimentale e ogni altro termine procedimentale rilevante 30gg
Titolare del potere sostitutivo in caso d'inerzia Annalisa Spoletini
Telefono: +39 0733 57521
E-mail: affarigenerali@comune.appignano.mc.it
Telefono: +39 0733 57521
Fax: +39 0733 579169
Telefono: +39 0733 57521
Fax: +39 0733 579169

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto
Questo sito è realizzato da Task secondo i principali canoni dell'accessibilità