Apre la nuova ludoteca comunale

“Un risultato importante per la nostra comunità, frutto dell’impegno congiunto di Comune, Inrca e Regione”. Così Osvaldo Messi, sindaco di Appignano, commenta l’autorizzazione della Fondazione Falconi, da parte della Giunta regionale, a contrarre un mutuo decennale di tre milioni di euro che, sommati ai tre già disponibili, permetteranno finalmente di ricostruire la residenza per anziani.
“Il nostro rigraziamento – prosegue Messi – va agli assessori regionali Marcolini, Mezzolani e Giannini, sempre disponibili, ai consiglieri regionali, a Giuseppe Zuccatelli, direttore generale dell’Inrca, a Carmine Ruta, direttore del dipartimento Salute e Sociale, a Mario Gagliardini, presidente dell’Istituto Falconi: con tutti, nell’ultimo anno, da quando seguo personalmente la questione, prima delegata ad altri, ci siamo incontrati più volte e tenuti costantemente in contatto per accelerare la soluzione al problema. Presto – conclude Messi – una nuova riunione coi vertici dell’Inrca e dell’Istituto Falconi per tracciare insieme un piano di attività e definire il cronoprogramma degli interventi, riattivando subito quel percorso di scambio tra tutte le parti coinvolte che ha portato oggi a questo esito positivo”.
Il progetto dell’Inrca di Appignano si pone all’avanguardia nel territorio per l’integrazione delle strutture nella rete dei servizi sociosanitari e che comprende Rsr per gli anziani non autosufficienti (35 posti letto), centro ambulatoriale di riabilitazione protetto, nucleo per malati di Alzheimer, residenza protetta-casa di riposo per ospiti parzialmente non autosufficienti (28 posti letto), centro semiresidenziale diurno, casa albergo per persone autosufficienti, servizi e cure domiciliari (Sad, Adi).

Contenuto inserito il 27/09/2012
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto
Questo sito è realizzato da Task secondo i principali canoni dell'accessibilità