Lavori presso Scuola materna, messa in sicurezza della recinzione ed eliminazione delle barriere architettoniche. Nuovo mezzo elettrico comunale

L’oggetto dell’intervento è la porzione di recinzione della scuola materna del Comune di Appignano che divide l’area esterna della scuola materna e i giardini pubblici e parte della recinzione che rimane su via Pascoli.

Con il progetto si prevede di sostituire i settori anzi definiti con una recinzione su rete plastificata di colore verde, alta 2 m, mentre i cancelli presenti lungo questi tratti di recinzione verranno sostituiti. L’apertura sarà di tipo manuale e verrà realizzato con lo stesso disegno del cancello principale della scuola. Il cancello pedonale lungo la recinzione verso i giardini anch’esso avrà lo stesso disegno di quello anteriore e sarà dotato di apertura elettrificata e di videocitofono esterno.

Ulteriore oggetto di intervento è la realizzazione di una rampa pedonale che andrà a collegare via Dante Alighieri e via Verga.

L’intervento prevede la demolizione di parte del muro di sostegno lungo via Dante Alighieri (parte non oggetto del precedente intervento), il dislivello totale da superare tra via Dante Alighieri e via Verga è pari a 1,18 m e tale percorso si intersecherà con un percorso ortogonale che parte dal parcheggio di via Verga e arriva al cancelletto pedonale lungo la recinzione, che fungerà da accesso alla scuola materna. La rampa e il percorso verranno dotati di illuminazione su pali alti 3 m con luce LED e lampade segnapasso incassate.

Sul nuovo muro di sostegno verrà realizzata lungo la parte curva una ringhiera con lo stesso disegno di quella lungo via Dante Alighieri. All’uscita su via Dante Alighieri verranno disposti dei dissuasori al passaggio dei motorini, posizionati in modo tale da non costituire una barriera architettonica.

Il progetto dell’importato totale di € 81.000,00  è stato interamente finanziato attraverso fondi previsti nella legge 160/2019 attraverso la quale sono  stati assegnati i contributi in favore dei Comuni per la realizzazione di progetti relativi ad opere pubbliche per la realizzazione di interventi di mobilità sostenibile e di abbattimento delle barriere architettoniche.

 

 

Il Comune di Appignano ha partecipato ad un bando emesso dalla Regione Marche nell’ambito dell’assessorato agli Enti Locali e servizi pubblici locali, per lo sviluppo e la diffusione della Mobilità Elettrica nella Regione Marche. Il Comune è rientrato nel finanziamento della Regione Marche che ha erogato un contributo complessivo di euro 18.802,60 come contributo a fondo perduto per l’acquisto di  un veicolo elettrico ALKE modello 310E  categoria N1 (veicoli destinati al trasporto di merci, aventi massa massima non superiore a 3,5 t), con cassone ribaltabile, portata 500 Kg.

Una opportunità offerta dalla Regione e raccolta dal Comune che  mira a rinnovare la flotta dei veicoli in possesso delle amministrazioni e renderla più sostenibile, acquistando con il contributo ricevuto appunto un automezzo elettrico destinato al trasporto di merci. Il mezzo elettrico  è arrivato nei giorni scorsi a disposizione dell’Area Tecnica del Comune di Appignano .

Contenuto inserito il 21/03/2022
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto
Questo sito è realizzato da Task secondo i principali canoni dell'accessibilità